Il progetto

L’idea di “Gli anni di piombo raccontati ai ragazzi” nasce da una felice intuizione dello scrittore e inviato speciale del “Corriere della Sera” Giovanni Bianconi che nel suo ultimo libro Figli della notte ha raccontato il ventennio che ha insanguinato l’Italia negli anni di piombo attraverso “la storia e la prospettiva dei ragazzi di allora, figli delle vittime degli attentati”. Il progetto didattico intende far conoscere agli studenti di oggi, l’esperienza dei testimoni diretti di quel periodo con l’obiettivo di inserirla in un più ampio contesto europeo. I ragazzi di oggi ripercorreranno dunque un pezzo piuttosto controverso della storia italiana ed europea: anni macchiati dal sangue della Action Directe in Francia e della RAF in Germania, un terrore diffuso e capillare che nell’immaginario collettivo e non solo, si ricollegava all’esperienza italiana.
Gli anni di Piombo raccontati ai ragazzi di oggi. Una storia Italiana” è un progetto ideato e realizzato dall’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Giorgio Ambrosoli” di Roma con la collaborazione di Ellesse Edu.
Il percorso didattico, che ha ottenuto il supporto della Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione – Dipartimento per l’Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, farà tappa in 11 città italiane con incontri nelle scuole che vedranno la partecipazione di Giovanni Bianconi e di alcuni dei figli delle vittime del terrorismo di quegli anni difficili.Gli studenti potranno, attraverso le storie raccontate dai ragazzi di allora, costruire una mentalità civica e una maggiore consapevolezza sociale della storia recente del proprio Paese, inserita nella più ampia storia contemporanea dell’Europa. E da lì prendere spunto per elaborare un pensiero e un’azione quotidianamente più concretamente Europei e meno localistici.

I testimoni incontrano i ragazzi:

Un progetto per saperne qualcosa di più. Semplicemente. Nella speranza di essere utili a chi quella “lunga notte della Repubblica” non l’ha vissuta, ma non per questo può permettersi di non conoscerla.
Successivamente ai convegni, i ragazzi o le classi saranno invitati a scrivere, nell’ambito del concorso di idee “Racconta gli anni di piombo”, un pezzo giornalistico raccontando un punto di vista su quel periodo e su quei tragici eventi; i migliori articoli saranno pubblicati nell’area del sito web Racconta gli anni di piombo.

Nell’ambito dell’iniziativa, per permettere ai ragazzi di prepararsi agli incontri, sono stati prodotti degli opuscoli informativi contenenti alcuni estratti dai libri sull’argomento scritti dai protagonisti o vittime, che verranno distribuiti a tutti gli studenti partecipanti.

Sfoglia l'intero opuscolo